Seleziona una pagina
Marco Sperti | Backstage

Marco Sperti | Backstage

Siamo appena arrivati a Darwin, il tempo di una rinfrescata veloce, uno spuntino e siamo pronti per la prossima intervista. Oggi conosciamo Marco Sperti, ma prima dobbiamo arrivare al punto di ritrovo stabilito. Ci invita a raggiungerlo in riva al mare e questa premessa già ci piace!   Darwin è proprio un altro mondo, nonostante anche a Brisbane facesse caldo, qui si sente davvero il clima tropicale. È molto umido, la sera è ormai calata ma le temperature non sembrano diminuire. Forse vicino al mare ci sarà un po’ di arietta… ci avviamo. Per raggiungere il litorale, attraversiamo un grande parco, verdissimo, una strada a serpentina ci conduce sul lungo mare dove, fuori da un locale, incontriamo Marco. Ci accoglie con un bel sorriso, è un po’ timido ma da subito disponibile e cordiale. Prima di iniziare l’intervista ci sediamo nella verada di un locale, scambiamo due parole con il nostro intervistato, ci appassioniamo alla sua storia e nel contempo sorseggiamo un fresco vino bianco australiano. Ad un certo punto ci raggiunge la moglie di Marco, con lei, Rosetta. Chi è Rosetta?     È un angioletto, una bimba dolcissima con due grandi occhioni vispi. È la figlia di Marco e si vede che il suo dna è per metà italiano, ci sorride e guarda un po’ incuriosita. Mentre sorseggiamo il vino, Rosetta osserva la nostra videocamera, ne è attratta e, ad un certo punto, allunga la mano quasi per toccarla ma, un po’ di imbarazzo, la blocca prima di farlo. Giochiamo con lei facendo le solite facce ridicole che fanno gli adulti per far ridere i bambini… e beh, sembra funzionare… non...
Northern Territory, la vera Australia comincia da qui

Northern Territory, la vera Australia comincia da qui

C’è qualcosa di magico, ce ne siamo accorti subito. Sarà quell’aria bollente tutt’intorno, quell’afa… e quelle nuvole di polvere che si respirano… ma questo posto è molto diverso da tutti gli altri che abbiamo visto fino ad ora; qui a Darwin insieme alla polvere e alla terra rossa, si respira aria d’Australia, l’Australia quella vera! Il nostro pianeta rosso comincia da Darwin Nemmeno il tempo di arrivare con il nostro volo Qantas che abbiamo un problema? Come far entrare 124 valige in un Toyota Pardo? Auto gentilmente offerta da NT Australia tramite il rent-a-car Thryfly. Inutile dire che senza di loro non ci saremmo mai potuti permettere nulla di questo! A loro va il nostro grazie più seducente e più sincero.   Arriviamo in hotel in un attimo, Darwin all’apperenza – e anche nella realtà – è una piccola cittadina composta da strade parallele, 2 delle quali sono le arterie prinicipali della vita in town. Ci sono un sacco di Pub e ostelli, tutti nella stessa strada: Mitchell Street. Ci ricorda un po’ il centro di Perth, con l’unica differenza che qui è pieno di SUV (domani apiremo il perchè) e soprattutto c’è una specie di attrazione turistica dove si può fare il bagno ingabbiati con i coccodrilli… Dobbiamo trattenere Emiliano con le forze per non farlo tuffare dentro con una GoPro innestata sulla fronte! L’ostello a noi riservato è il Melaleuca on Mitchell Backpaker Hostel e chissà quanti backpackers hanno visto e vissuto e respirato anche solo per qualche ora quest’atmosfera mista tra viaggio, avventura ed euforia… Chissà quanti sogni, quanti turisti, quanti viaggiatori, quanti Chatwin moderni o...

Pin It on Pinterest