Nel 1957 l’Australia bussò alla porta di casa Larobina a Roma. Un lontano cugino australiano scoprì di avere i parenti in Italia e andò a far visita. I racconti convinsero il giovane ventenne Ubaldo a partire per Melbourne

“Ci disse: in Australia si trova facilmente lavoro e si vive bene, perchè non vai in avanscoperta a sondare il terreno? Non avevo nulla da perdere, partii…”

Dopo un mese di nave da Genova a Perth (Fremantle) e poi a Melbourne la prima lettera inviata a casa fu entusiasta, l’Australia era un paese bellissimo.

Ubaldo aveva lavorato a Roma con il giornale “Il Tempo” ed in Australia leggeva l’unico giornale in italiano di quel periodo, stampato a Sydney: La Fiamma. Ma il formato tabloid, più piccolo, non era familiare agli italiani che erano più abituati al quotidiano broadsheet e così gli venne l’idea di creare qualcosa che potesse soprattutto portare il lunedì in edicola i risultati sportivi, per una generazione di giovani emigrati che in Italia seguiva il calcio e la formula 1.

Così insieme al suo socio e sponsor, Tarcisio Valmorbida, trovarono una sede, comprarono i macchinari, la Linotype per scrivere i titoli, coinvolsero degli amici giornalisti che potessero scrivere gli articoli e fondarono “Il Globo Newspaper”, che uscì in edicola il 4 Novembre 1959 il primo numero del settimanale.

Fu un successo. Le richieste aumentarono e dopo qualche anno il giornale divenne bi-settimanale.
Dopo più di 50 anni Il Globo è oggi il giornale italiano più famoso d’Australia ed oltre al giornale si è aggiunta la radio.

Ubaldo Larobina, per il suo ruolo nel giornale e all’interno della comunità, è oggi uno dei grandi testimoni dell’ascesa degli italiani a Melbourne e in Australia.

Sigla di Tarall & Wine

Additional Music:
“I’m letting go” & “Motionless land” by Josh Woodward

Archive photos courtesy of Ubaldo Larobina & Il Globo

 

Pin It on Pinterest

Share This