“Ho iniziato come manovale nel campo delle costruzioni. Facevamo il cemento armato.”

Marco è pugliese che dopo aver lavorato 3 anni a Bologna, venuto a conoscenza del Working Holiday Visa, decise di mollare tutto e partire per Darwin, nel Northern Territory.
Dopo qualche mese, il suo campo decise di promuoverlo site manager e affidargli la direzione di un cantiere per la costruzione di una palazzina. Al termine di un anno di duro lavoro, con moltissime difficoltà nella lingua, Marco si ripresentò nell ufficio del capo, con in mano l’application per il visto sponsor e la volontà di rimanere in Australia. Da 7 anni lavora ancora con la stessa azienda, ore è “parte della famiglia” e anche cittadino australiano.

“Quando vai all’estero riscopri le tue radici”

Marco è impegnato nella comunità italiana di Darwin insieme alla sua compagna Anicet, organizzando tanti eventi ed attività, tra le quali il gruppo della tarantella e balli popolari italiani, il teatro, la radio, cercando di ricreare un po’ delle piccole cose della tradizione italiana che gli mancano e coinvolgendo anche gli italiani di seconda e terza generazione per fargli riscoprire il loro background.

Darwin è una città che fu sconvolta dalla distruzione del ciclone Tracy nel 1974. Tantissimi italiani si resero partecipi della ricostruzione della città, facendo fortuna in Australia e costituendo molte imprese di costruzioni.

“In Australia il futuro te lo devi guadagnare, con il duro lavoro, ed arrivando preparati a far parte società diversa dalla nostra”

Dopo aver preso un diploma di laurea come ingegnere all’Università di Darwin, ora Marco è stato promosso come Project Officer e dirige una compagnia che realizza pannelli pre-fabbricati in calcestruzzo appena fuori la città.
Sigla di Tarall & Wine

Additional Music:
“Flutter by, butterfly” by Josh Woodward
“Next Home” by Fresh Body Shop

Foto courtesy of Marco Sperti

Pin It on Pinterest

Share This